.

.

.

02.09.15

Tra il piacere e quel che resta del piacere
il mio corpo sta come un posto dove si piange
perché non c’è nessuno.

(Pierluigi Cappello)

29 agosto 2011

cosecosì..

..
verdeacido che come un nonsoché s’insinua tra ostentazioni di dolcezza remota alla maniera di certi occhi, a volte..
sempre più spesso..
certo i miei viaggi me li faccio anch’io.. ma per fortuna non ho specchi d’acqua che mi rimandino la consapevolezza di tutte le distanze che ormai mi percorrono.. tranne a volte..

Nessun commento:

Posta un commento