.

.

.

02.09.15

"donde no puedas amar, no te demores"

(kahlo)

2 luglio 2012

1030

.. guardo fuori sento nulla d’impresso tra retina e cuore e cuore non ho più che scanso respiri oltre il battito d’ora e quello dopo come quando da piccola giocavo che il piede non doveva mai sfiorare il limite delle pozze scure nel porfido affondo a dileguare un tempo d’attesa immota e reciproca tra il me e la campanella che trillava il suo poi strappandomi scadenze e alle suole regole valevoli il per sempre di quando credi l’intervallo essere limite dov’è pozza..

Nessun commento:

Posta un commento