.

.

.

02.09.15

Ti voglio bene si dice al cane

D’altronde a quei tempi
A quei tempi bastava davvero poco a dirsi “addio”
A darsi un ciao d’addio eravam buoni tutti
Era l’ordinaria amministrazione
Erano tempi di cuori ghiacci
Eran tempi che si era imparato a ballare da soli
Eran tempi che un “è stato bello” non lo si negava a nessuno
Eran tempi che non pioveva più da sempre
Tempi di siccità feroce
Di occhi secchi
Neanche piangere qualche lacrima eravam più capaci

E le poesie d’amore costruite in serie come utilitarie
C’eran più poesie d’amore che innamorati
C’eran più poeti che soldati

E d’altronde la natura faceva il suo corso
Ragno mangia ragno
Labbro bacia labbro
Mano carezza viso
Pugno spezza naso
Nebbia in Val Padana
Occhio non vede cuore non duole
Cuore non batte ciao è stato bello
Ciao è stato bello salutami a casa

D’altronde avevamo perso il sonno
La rotta
La voglia
La fame
E “ti voglio bene”
- ho poi scoperto -
Ti voglio bene, si dice al cane.

(Catalano)

https://youtu.be/jsCCnpcGEWI

6 febbraio 2013

1184


..
mi piacerebbe, a volte, la furia dei tasti di un tempo, e fremito d’anticipazione da impatto per polpastrelli dal callo latente.. che è poi un po’ come un tuttobene.. sapere di doverli pigiare via, certi silenzi dolciastri con la testardaggine del qualcosa da dire.. e che infine sia sciocchezza cosa mai potrà?.. di solito sillabe due.. mantra maledetto che rimanda al perduto oblio.. il tempo lancia lontano.. dice da laggiù la memoria smette.. ma non è mica vero.. resta la sciocchezza di sillabe due.. consumate.. dolciastro silenzio prima e dopo.. e sopra.. e sotto.. praticamente un perimetro..
apoteosi dell’uffa..


'

'dobbiamo pensare che tutto ciò che ci tormenta è ben piccola cosa visto dalle lontanissime stelle?
oppure, proprio perché siamo piccola cosa, dobbiamo combattere per la nostra briciola di giustizia, o le stelle crolleranno?'da PensieriParole
(s. b.)

Nessun commento:

Posta un commento