.

.

.

02.09.15

https://www.youtube.com/watch?v=kQha5einETw

Avrei bisogno di un po’ di riposo, dice il dottore.
Ne avrei bisogno in effetti, hai ragione doc
e anche tu
anche tu ne avresti.
E avremmo bisogno
di un po’ di gatti
qualche pillola colorata
un po’ di pace
una bici nuova
probabilmente baci
un bunker antiatomico
avremmo bisogno di qualcuno
di qualcuna
che domani pensi a noi nella battaglia
e avremmo bisogno di un po’ di aria pulita
di penombra
un po’ di vino bianco fresco
avremmo bisogno di un po’ di carezze
magari di fare un po’ all’amore
avremmo bisogno
che qualcuno abbassi l’aria condizionata
e avremmo senz’altro bisogno di un po’ di silenzio
un po’ di buona poesia
e un po’ di buona musica
di lenzuola pulite
e un nuovo cuscino
e avremmo bisogno
che lei la smettesse di guardare
di nascosto in continuazione
quel cazzo di telefono
mentre siamo a pranzo assieme.
Di cos’altro, doc?
Un po’ di gentilezza, certo
un paio di pantaloni nuovi
– non trovi che in giro
ci sia un’incredibile mancanza di eleganza? –
e che venga presto settembre

(Guido Catalano)

14 settembre 2013

.

.. ho questo volto che mi cade a pezzi, non si riconosce l’anima d’ossa che ha avuto in sorte.. si crede appeso, forse persino fluido.. incapace di superficie.. m’interdico d’inaderenze.. scollata, diluita, incalzata dal vivere che non mi somiglia..

"e quel giorno non avremo più tempo.
ma intanto lo abbiamo.
ne abbiamo poco.
e per rivalsa lo ammazziamo.
ammazziamo il tempo prima che lui ammazzi noi.
...
ma il tempo non è mai morto.
e noi non siamo mai vivi.
nemmeno ora.
nemmeno subito.
nemmeno morti siamo.

siamo quel che meritiamo, non siamo quel che siamo.
fossimo ciò che siamo saremmo felici.

ma non siamo felici. forse neanche siamo. siamo a sprazzi.
a pezzi siamo."


(a. rezza)

Nessun commento:

Posta un commento